Garbagnati: il futuro viene dalla Brianza

DSCN3368

Letizia è l’erede di una dinastia che ha dato molto al panettone milanese. Sono seduto nel negozio più centrale dei Garbagnati, in via Dante, dove hanno aperto dieci anni fa. Sembra che la famiglia abbia inaugurato il primo forno a Milano in via Amedei, nei pressi di corso Italia, nel 1896. Di quell’esercizio, però, non resta più traccia. Il loro negozio di via Victor Hugo, chiuso da pochi mesi, risale invece al 1937. In origine vendeva pane, pasticcini, quindi anche panettone.

E in più, i tanti generi alimentari che occorrevano alle famiglie; perché la zona a ridosso di via Orefici – incredibile a dirsi – ai tempi era abitata da mamme, papà e figliolanza. È intorno al 1980 che gli uffici hanno sfrattato i residenti dal centro della città. Esercizi come Garbagnati, quindi, hanno dovuto cambiare pelle. Il nonno di Letizia, Umberto, ha capito che per resistere doveva assecondare gli impiegati, suoi nuovi interlocutori. Perciò ha cominciato a produrre focacce per lo spuntino meridiano e a spostare più tardi l’intervallo, per accogliere i travet in libera uscita dalle 13 alle 14; finché durante i primi anni Novanta ha aperto anche il bar e la cucina, offrendo ristorazione veloce da consumarsi ai tavoli. Il panettone, comunque, non è mai mancato.

La dinastia ha accompagnato il dolce natalizio milanese da quando era quasi un pane all’uva fino alla sua ricca evoluzione odierna. Il panettone tradizionale di Garbagnati può essere sia alto, sia basso; ne esistono varianti ai marron glacé, alle noci e cioccolato, solo cioccolato, solo uvetta o solo canditi. Per prepararlo occorrono 30-35 ore e il classico costa 21 euro al chilo. Viene realizzato presso il laboratorio Garbagnati della Bovisa, dov’è anche l’altro negozio di famiglia, al Bodio Center.

Talvolta il panettone viene cotto anche nel negozio di via Dante, «sa, per il profumo» mi dice Sergio, padre di Letizia. Puro marketing olfattivo. Sergio mi racconta anche di un loro progetto. «Vorremmo aprire un negozio in zona Sempione, per riprenderci la clientela familiare che è andata via dal centro». Ma questa è solo la punta dell’iceberg. «Ci piacerebbe spostare il laboratorio in Brianza, vicino a Merate. In realtà il laboratorio dovrebbe essere solo una parte di un’intera azienda agricola a ciclo chiuso. Latte dalle nostre mucche, verdure dai nostri campi. E anche energia elettrica autoprodotta». Il futuro e il passato si toccano, in chiave slow.

Tag: ,

27 Risposte to “Garbagnati: il futuro viene dalla Brianza”

  1. PIERO OLIOSI Says:

    Dopo aver letto la storia di Garbagnati mi sono trovato davanti al negozio di via Dante in completo disfacimento.
    Nessuno ha detto niente!
    L’unico negozio sfuggito al controllo di un gruppo non ben identificato, che si è impossessato di tutti i bar e piccoli ristoranti che gravitano intorno al Duomo, ha chiuso!!
    Sembra che la gentile erede della dinastia abbia pensato di lasciarci alle prese con bar che martellano con i prezzi servendo brioche di plastica.
    Sarebbe interessante scoprire cosa è successo e perchè.
    Niente più cappucci serviti dal simpatico barista, niente piu’ ottima pasticceria a prezzi ragionevoli.
    Niente piu’ raduni di simpatici anziani che passavano la mattina della domenica nel salone del retrobar.
    Che tristezza!!

    • stanislao Says:

      Gentile Piero,
      ne so quanto te, cioè nulla più di quello che mi è stato detto in occasione dell’intervista.
      Viviamo tempi duri, non c’è che dire.

  2. Letizia Garbagnati Says:

    Gentile sig. Piero,
    Capisco e condivido la sua tristezza, si figuri che io in quel negozio ci sono praticamente cresciuta! Sfortunatamente bisogna fare i conti con una dura realtà: in tempi di crisi invece che ricevere aiuti dalle istituzioni ci ritroviamo a dover subire affitti veramente troppo alti per le nostre piccole spalle e soprattutto per la nostra politica di lavoro (prodotti realizzati con un ottima materia prima ma a prezzi decenti). Dato che ci riteniamo persone corrette e pensiamo di condividere questo malcontento popolare in relazione ai prodotti scadenti e venduti a peso d’oro, abbiamo pensato bene di non adeguarci a questo sistema ma piuttosto abbiamo preferito uscire di scena col cappello in testa, come si dice. Infatti sono lieta che lei conservi questo ricordo di noi, piuttosto che veder trasformato un locale più unico che raro nell’ennesima trappola per turisti. Per questo motivo, nè più nè meno, mio padre ha deciso di vendere. E’ vero è molto triste, ma bisogna accettare il fatto che alcuni ostacoli sono veramente invalicabili.
    Spero possa confortarla il fatto che Garbagnati non ha nessun intenzione di uscire definitivamente di scena, bensì vuole continuare a proporre ottimi prodotti a prezzi onesti ma in zone dove l’affitto ci permetta di lavorare come i milanesi hanno fino ad oggi apprezzato.

    • stanislao Says:

      Gentile Letizia,

      dov’è possibile acquistare prodotti Garbagnati? Al Bodio Center? In zona Sempione, dove suo padre mi aveva detto che cercavate uno spazio?
      Credo che ai lettori di questo blog farebbe piacere sapere qualcosa di più dei nuovi punti vendita del suo prestigioso marchio di famiglia.

  3. Letizia Garbagnati Says:

    Il nostro punto vendita in v.le Bodio 29 è aperto da diversi anni e conserva una piccola sezione dedicata alla pasticceria, ma il negozio è più concentrato sulla ristorazione. In ogni caso è possibile ordinare presso questa sede ogni genere di prodotto di pasticceria Garbagnati. Sono gradite le prenotazioni telefoniche in quanto il punto vendita è difficile da individuare per chi viene per la prima volta, essendo il negozio sito all’interno del Bodio Center. Il nostro personale sarà lieto di fornire tutte le informazioni necessarie per accedere con facilità al locale contattandoci al numero 02-45495418.
    Inoltre, stiamo allestendo un sito internet dove sarà possibile ricevere aggiornamenti sui prossimi punti vendita che stiamo aprendo a Milano.
    Entro settembre Garbagnati tornerà in zona Sempione, tanto per cominciare.
    Ma questo è solo l’inizio e il primo di una serie di pasticcerie che abbiamo in progetto di aprire.

  4. Andrea Says:

    Cara Letizia
    che nostalgia per i tempi del Garbagnati di via Dante.
    Unica speranza per noi popolo dal buono pasto risicato di avere un primo caldo (non riscaldato) e stare nel budget.
    La simpatia e cordialità del personale e la Sua (alla cassa) era tale da far sorvolare volentieri su alcune pecche del locale.
    I suoi racconti sempre col sorriso erano un piacevole intermezzo della giornata.
    Con l’augurio di un ritorno..

    • Letizia Garbagnati Says:

      Lei Andrea è troppo buono🙂 non immagina quanto mi rende felice un commento come questo!
      Bè se ha nostalgia dei vecchi tempi sa dove ci può trovare, almeno per adesso🙂
      A presto!

  5. Andrea Says:

    Non mancherò, nel frattempo aspettiamo la sua visita in cairoli almeno per un saluto!

    ps.. Bodio fino a che ora resta aperto?

  6. Letizia Garbagnati Says:

    caro Andrea,
    telefoni pure. Nel frattempo mi saluti il sig. Ivo🙂

  7. leo Says:

    sono veramente triste al non vedere più in centro garbagnati ……..sinceramente non ci andavo da tempo e ci sono rimasto male ….e comunque ne approfitto per salutare la vostra famiglia …ho lavorato per ben sette anni con voi è stata una sperienza bellissima…oggi come oggi tutto quello che ho imparato lo devo al signor Sergio Garbagnati che mi ha dato la possibilità di crescere e di maturare …Grazie mille

  8. Letizia Says:

    Ringrazio molto, sono cose che ci fanno sempre molto piacere. Estendo l’invito anche a lei di venirci a trovare quando desidera in v.e bodio 29.
    A presto!

  9. vincenzo Says:

    ma a chi vuole far credere tutte queste scemate????

  10. Letizia Garbagnati Says:

    eh si……… sono proprio grandi ”scemate” più di 70 anni di lavoro sempre nella centralissima via Victor Hugo……. Immagino che, siccome queste non sono cose da tutti, lei faccia fatica a crederlo…….. Sà, non mi do altra spiegazione🙂

  11. vincenzo Says:

    se non sono scemate,non vedo l’ora di venirvi a trovare nel vostro nuovo negozio in sempione a settembre.spero solo che con il negozio nuovo ritornate ad avere la qualità di una volta,
    perche gli ultimi periodi mi creda i vostri dolci erano pietosi,possi anche appena comprati.ma questo forse dipende dal pasticcere che non è all’altezza e non da lei.
    comunque aspetto con ansia il ritorno

  12. Letizia Garbagnati Says:

    I nostri pasticceri sono perfettamente all’altezza di riprodurre la qualità di una volta, se non meglio in quanto stiamo introducendo ingredienti naturali di primissima qualità e latte di nostra produzione.
    Se non si fida venga lei stesso a fare una prova, nel frattempo, in v.le Bodio 29 (all’interno del Bodio Center).Mi piacerebbe molto che queste critiche me le facesse di persona, siamo sempre aperti al confronto costruttivo.

    Non potrei farlo, ma non posso fare a meno di anticiparle che abbiamo già firmato un contratto di locazione in via Veglia, accanto al Quartiere Maggiolina. Sarà operativo da ottobre, e appena aperto ci metteremo subito all’opera per aprire in altre zone ancora.

    Spero di vederla presto

  13. vincenzo Says:

    latte di vostra produzione?????
    mi piacerebbe vedere il vostro allevamento!!!quante mucche avete???
    sono contento che aprirete un negozio a Niguarda,ricordatevi che essendo in una zona di case popolari dovrete tenere i prezzi piu bassi rispetto a via dante!!
    nell’attesa di un invito per visionare il nuovo negozio e le vostre stalle vi auguro buon lavoro.

  14. Letizia Says:

    esatto!!!! lei ha capito: il nostro scopo è tornare in zone popolari e offrire un buon prodotto a prezzi ragionevoli. Vedrà che saremo così bravi da tenere prezzi ancora più bassi che in via Dante (che come lei ben sa erano molto bassi per il prodotto che offrivamo e per di più in pieno centro).

    Se avrò l’occasione di conoscerla di persona le farò fare un giro in cantiere e vediamo di organizzarci anche per visitare l’azienda agricola, in costruzione anche quella.

    Mi scusi ma è troppo comodo lanciare accuse dietro uno schermo e per di più su un blog. Quelle che riporta sono chiacchere, io le offro i fatti. Venga a verificare di persona.

    Ribadisco: spero di vederla presto

  15. vincenzo Says:

    se le mie sono accuse……
    chiudo qui il discorso ma intanto visto che voi lavoravate tanto bene come la vostra concorrenza(vedi princi,pattini e marinoni,marchesi,etc..) avete chiuso 2 punti vendita in posizioni uniche!!!!
    ci sarà un perchè!!!!
    rifletta,rifletta!!!!!
    noi consumatori abbiamo già riflettuto e abbiamo scelto!!!
    adesso la saluto e verrò di certo a trovarla a niguarda.

  16. Letizia Says:

    mamma mia, lei è proprio simpatico……..
    lei invece ha riflettuto sul fatto che gli affitti continuano ad aumentare spropositatamente? ha riflettuto sul fatto che la stessa sorte è tocca a grandissimi come Mcdonald e Tre e tanti altri???
    Nel nostro caso è aumentato di una percentuale molto alta e in tempi di crisi non è stata una bella mossa.. ma ho gia ampliamente parlato di questo punto, non ho intenzione di ripetermi
    Inoltre non mi risulta che la nostra concorrenza succitata detenga punti vendita in posizioni così belle e di metrature così ampie, di conseguenza è più facile campare con affitti più ragionevoli ( con tutto il rispetto per questi che ammiro molto nel loro lavoro)
    Si arroga il diritto di parlare a nome dei consumatori milanesi perchè non sa a quanti è dispiaciuto vedere un altra bottega storica fare le valigie.
    A questo punto rifletta pure perchè le sono sfuggiti un paio di punti.
    Conversazione chiusa, non rispondo più.
    Saluti

  17. Letizia Garbagnati Says:

    Gent. Lettori,
    Sono lieta di annunciare, come già anticipato, la nuova apertura del negozio in via Veglia n.57, una traversa di v.le Marche.

  18. Andrea Says:

    Nel frattempo ho telefonato ma non ho avuto il piacere di trovarLa.
    In occasione della nuova apertura è previsto il panettone omaggio per i vecchi affezionati clienti?🙂
    Buone Feste

  19. Letizia Garbagnati Says:

    Oh buongiorno Andrea! quale onore!! ma come non mi hai trovato? sono qui fissa! anzi se non vieni qui sabato mi riterrò ufficialmente offesa🙂
    Mi raccoamndo salutami il sig. Ivo
    a presto🙂

  20. Letizia Garbagnati Says:

    Buongirono! Per questo mese in particolare sono sempre fissa in negozio, dalle 8 alle 19 circa. Telefoni pure allo 02 875301 se desidera. Mi raccomando venga presto, ho diverse cosine nuove da farle assaggiare! A presto!

  21. marco teodori Says:

    BuonGiorno!
    pur essendo di Roma, ogni volta che andavo alle riunioni bancarie in via della Posta non ho mai mancato un appuntamento con il prelibato Garbagnati, ma soprattutto a Natale non mi ero mai fatto mancare il panettone. Poi il colpo fatale di non trovare più i negozi in centro. Oggi preso dalla nostalgia di quei sapori ho ripensato a Garbagnati…e magia… vedo che ha aperto in altri luoghi. Ora domando a chi mi vuole rispondere se è possibile fare ordinativi online. Causa crisi è parecchio tempo che ci si riunisce solo a Roma o in videoconferenza e così è svanita la possibilità di riassaggiare tutte le specialità di Garbagnati.
    Comunque grazie.

    Marco Teodori

  22. Franco Says:

    da un paio d’anni il negozio Garbagnati è in proprio in via Veglia, ad un passo da casa mia. Non ho mai visto Letizia, ma c’è spesso un ragazzo, molto gentile e premuroso, che si da un gran da fare, forse il fratello…🙂 sono cliente abituale dal primo giorno di apertura, giusto l’altro giorno ho ordinato una trentina di topolini al cioccolato… bellissimi da vedere nella loro semplicità, e assolutamente buonissimi! per fortuna il negozio è sempre pieno, e come potrebbe non esserlo, la qualità è infatti molto alta. Grande GARBAGNATI!!!

  23. Arnaldo Says:

    Io lavoravo con il Sig. Umberto Garbagnati nel 1977 in via Victor Hugo. Grande negozio, clientela, personale. Come il sig. Umberto come persona umana ,gentile ,buona penso che non ci sia nessuno.Avevamo tanti tipi di pane dall,’ungherese al toscano con sale o senza. Mi ricordo le notti ad incartare i panettoni nostra specialita.I dolci poi erano grandiosi. C’era un angolo di macrobiotica. Bei tempi il più bel negozio di Milano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: