Tutto l’anno o solo a Natale?

Letizia Moratti, VIncenzo Ungaro, Stanislao Porzio e Massimiliano Orsatti nella pasticceria Ungaro di Milano

La manifestazione “Primizie appena sfornate – Il primo panettone”, organizzata dall’associazione Amici del Panettone e patrocinata dall’Assessore al Turismo di Milano Massimiliano Orsatti, è partita in tromba. Stampa e tv ne hanno dato copiosamente notizia.

Ieri, all’apertura dell’evento nelle pasticcerie, il Sindaco di Milano ha voluto dare il suo avallo, visitando due degli esercizi partecipanti e lanciando proposte su consumi alternativi e destagionalizzati del dolce milanese. Una bella soddisfazione per chi la manifestazione l’ha organizzata.

Su questo tema, però, non sono tutti d’accordo. C’è chi vorrebbe mangiare il panettone sempre, anche a Ferragosto, come Davide Paolini, e chi invece preferirebbe consumarlo solo a Natale, come l’estensore del corsivo lo spillo sul Giornale di oggi.

Tu che ne pensi? Panettonista a oltranza per dodici mesi? Natalista senza se e senza ma? A porti questa domanda sono gli Amici del Panettone.

Tag: , , , , , , ,

41 Risposte to “Tutto l’anno o solo a Natale?”

  1. Del Trotti Alessandro Says:

    io dico che un dolce versatile si buo usare nel gelato ho come base nel semifreddo quindi dico tutto l’anno.

  2. Till Neuburg Says:

    A me il panettone piace talmente tanto che lo mangerei tutto l’anno (tre volte al dì). Il fatto che lo troviamo solo a Natale e/o Capodanno deriva, secondo me, da una cinica mentalità di marketing dei grandi produttori: spingendo con massicce operazioni “stagionali” questo prodotto, evidentemente i grandi brand sono convinti di vendere volumi molto più alti (se il panettone fosse reperibile tutto l’anno, i leader del mercato dovrebbero commisurarsi con mille altri prodotti da forno per i quali, of course, la produzione è molto più semplice e banale).

    Per i miei giusti, il “vecchio” confronto tra Panettone e Pandoro, non esiste proprio. Vuoi mettere la fragranza inebriante di una fetta appena tagliata di panettone contro il nonnulla incipriato di Verona?

    Naturalmente mi riferisco al panettone “semplice” e tradizionale – non alle recenti e perverse trovate degli strateghi della differenziazione che ci propinano a manetta le loro orribili versioni glassate o affogate con vari intingoli tipo Cointreau/Rhum/Grand Marnier, o addirittura – orrore! – le perversioni ignobili al cioccolato…

    Con convinti e cordiali abbracci di complicità,

    Till Neuburg

  3. Rinaldo Citterio Says:

    Non capisco perchè il panettone si debba mangiare solo a Natale; è delisioso in primavera accompagnato da frutta fresca, è squisito d’estate magari con una pallina di gelato, è corroborante in autunno nappato di zabaione, ecc. ecc. ecc. Mille sarebbero gli abbinamenti golosi e le occasioni di gustare il panettone in ogni stagione; purtroppo le logiche industriali ce lo propongono solo in prossimità del Natale: un vero peccato !

  4. alex guzzi Says:

    un dolce buono e gustoso, che non necessita di temperature particolari di servizio nè di speciali accompagnamenti, non può avere limiti di stagione. A dispetto della convenienza commerciale che tiene conto del boom di vendite natalizie come articolo da regalo, il panettone è, come gran parte dei dolci a pasta lievitata, gradevole tutto l’anno. Se nelle festività invernali si abbina volentieri con Asti Spumante o, comunque, vini bianchi spumanti, nella stagione calda il panettone trova grande sintonia con i Lambruschi, secchi e dolci, con la Malvasia Nera, con le Bonarde vivaci e con il Gutturnio mosso.
    Da sincero appassionato non cerco varianti farcite, nè versioni prive dei doverosi ingredienti, ma semplicemente panettone tradizionale, in cui ritrovare una fragranza di pane, una sofficità di lievito, un aroma di burro, una dolcezza temperata nel forno e il tocco esotico delle scorze e dell’uva sultanina, insomma un piccolo miracolo del gusto!

  5. duilio gregorini Says:

    TUTTO L’ANNO!

  6. Claudio Gatti Says:

    IO sono x il panettone tutto l’anno ma non vedo un buon abbinamento con il gelato date le temperature totalmente diverse x gustare questo magnifico dolce che i chiama PANETTONE
    spero che iniziative come questa x altro riuscita magnificamente che ha portato sia x chi produce sia x i consumatori innamorati dei panettoni tanto intusiasmo e curiosità si possa ripetere

  7. Indro Neri Says:

    Perdonatemi, ma sono per il panettone solo a Natale. E’ un dolce che amo e che mi piace gustare accompagnato dalla giusta atmosfera. Ora che tutto sembra cominciare sempre piu’ in anticipo, lo compro appena disponibile e lo metto in bella vista in cucina, ma non lo apro che il 24 dicembre. E quando lo apro e lo gusto e’ una festa.

  8. maurizio bonanomi Says:

    dal mio punto di vista lo mangerei tutto l’ anno. e’ vero che la gente e’ legata alle tradizioni stagionali ma se noi produttori diamo la possibilita’ di far trovare un prodotto fresco tutto l’ anno sicuramente invoglieremo il consumatore a gustare il panettone e di conseguenza incentiveremo le vendite di questo prodotto straordinario.

  9. stefano zanzucchi Says:

    La classicità a Natale e le variazioni tutto l’anno.
    Da un dolce straordinario come il panettone, possono nascere secondo me mille idee diverse – magari anche un po’ meno caloriche – per tutto l’anno.
    Io a Natale però divento molto conservatore.

    Complimenti al napoletano Porzio che ha risvegliato l’orgoglio gastronomico dei milanesi.

  10. Enrico Says:

    condivido e sottoscrivo quel che dice l’ottimo compagno Till, come dicevano una volta alle assemblee i pigri come me. Cerco l’estate tutto l’anno, figuriamoci il panetun, perchè mai c…esserne deprivati? Forza fornai. E aka rossofiorentino

  11. cristina celi Says:

    Il Panettone? a Natale, anche perchè è un dolce che si addice alla stagione invernale. Perchè denaturalizzare le tradizioni? Sono così belle! Anzi, io vorrei proprio che fosse disponibile in pasticceria solo nel periodo tra dicembre e gennaio, come una primizia, una specialità preziosa solo di quel periodo.

  12. ludovica amat Says:

    panettone tutto l’anno? manterrei fissa la scorpacciata proverbiale a natale e indirei una più discreta degustazione tutto l’anno. cioè nelle altre stagioni propongo piccoli formati (io lo vorrei a cubotti..) da accompagnare a una pallina di gelato, un ciuffo di ganache al cioccolato o di panna fresca, un bicchierino di recioto

  13. Teresa Says:

    Me lo mangerei sempre, ma dico: tutto l’anno, NO.
    Solo a Natale: avere tutto sempre e subito appiattisce l’esistenza!
    Ma l’iniziativa di un assaggio estemporaneo estivo è da mantenere: goloso, curioso e divertente!
    Bravi e grazie

  14. francesca mazzanti Says:

    Nonostante sia fiorentina vivo a Milano da 20 anni e amo molto il panettone. Che dire??? tutto l’anno mi sembra proprio un’idea fantastica .
    In estate lo uso come base a mousse di frutta gustosissime, bocconcini da inzuppare nelle creme fredde. che bonta!

  15. Adriana Rigutti Says:

    Non vedo il problema: un tempo, chi chiedeva un gelato in inverno era guardato con occhi sospettosi, quasi fosse un folle in libera uscita (parlo per esperienza personale!), oggi – fortunatamente – no: chi lo vuole mangiare “solo nella giusta atmosfera” di un’estate rovente, può sempre farlo senza problemi, lasciando però ai “folli” la libertà di apprezzarlo anche col ghiaccio e con la neve. Lo stesso vale per qualsiasi altra prelibatezza, panettone in testa: se fosse reperibile tutto l’anno, farebbe felici tutti quelli che lo amano, giorno dopo giorno, a colazione come a Natale, lasciando comunque libero chi lo volesse gustare solo “nella giusta atmosfera” a cui l’hanno abituato le consuetudini commerciali, di decidere quotidianamente di rimanere coerente alle proprie scelte. O lottare per un anno contro la tentazione è troppo faticoso, e quindi è meglio che tutti si adeguino alle nostre convinzioni?

  16. Paola Says:

    Trovo il panettone milanese troppo dolce,ma vi asssicuro che suo cugino gernovese è ottimo SEMPRE.
    L’iniziativa di Re Panettone,comunque mi ha permesso di accostarmi a gusti
    e sapori profondamente diversi e sono riuscita a trovare quello più affine.
    Magari in pezzature più piccole,perchè no?

  17. Carlo Berrini Says:

    Per colazione, invece di fette biscottate, diabete permettendo.

  18. aldo segat Says:

    Panettone sempre!

  19. barbara ciscato Says:

    quando mi è stata proposta la degustazione di panettoni a giugno…bè ero molto perplessa e poco attirata…e invece mi sono totalmente ricreduta.
    il panettone, nella sua semplicità e genuinità si può e si dovrebbe senz’altro gustare tutto l’anno!

  20. Angelo Abbate Says:

    PANETTONE TUTTO L’ANNO! mi piace troppo ed è rivoluzionario. bravo Stanis!

  21. Alessandro Cremonesi Says:

    Per me panettone tutto l’anno, soprattutto se “fuori stagione” viene accompagnato in modo interessante. Dopo tutto, basta non esagerare col consumo.

  22. Paolo Cosi Says:

    Panettone tutto l’ anno, tutta la vita !

  23. strami Says:

    basta biscotti

  24. gigidiabetico Says:

    Da ex.rappresentante del marchio Tre Marie sono favorevole naturalmente alla vendita del panettone tutto l’anno, come già avveniva quando esercitavo la professione 17 anno or sono. Una minima quantità di panettone, senza marchio, “nudo” come veniva definito commercialmente, aveva spazio tutto l’anno presso certi rivenditori, pasticcerie e panifici raffinati.
    Da attuale diabetico a regime alimentare monacale, la cosa non mi riguarda più purtroppo, la nemesi zuccherina mi tiene lontano da certe squisitezze.

  25. Patrizia Silvestri Says:

    Sono napoletana e per di più tradizionalista : per me il panettone va gustato in piena atmosfera natalizia.
    Durante il resto dell’anno ci sono tantissimi altri dolci da degustare ed anche da inventare .

  26. Jean-Michel Ranchon Says:

    Per me, francese che ha vissuto a Milano qualche anno fa, il panettone è simbolo di Natale.Vorrei che rimanga quel simbolo per me ma sopratutto per i miei bambini. In quest’universalismo del consumo che ci da accesso in un attimo a quasi tutti i prodotti del mundo, vorrei che rimangano alcuni simboli, tra di cui il panettone.

  27. Fabio Landi Says:

    Insieme a Natale e… con pochi buongustai tutto l’anno!

  28. Assunta Altieri Says:

    Posto che il panettone non mi piace, trovo che la distribuzione tutto l’anno non gioverebbe al prodotto: perderebbe il fascino della periodicità e conseguente irrinunciabilità. Quella che fa sì che anche in una famiglia come la mia, dove il panettone non piace proprio a nessuno, se ne acquistino comunque tre o quattro, preferibilmente artigianali, nel corso dei viaggi meneghini, complice anche la follia consumistica natalizia.

    Inoltre, per favorire la distribuzione annuale, si dovrebbe – giocoforza – attuare una strategia differenziante che finirebbe per snaturare il panettone.

    La immaginate anche voi la famigliola sotto l’ombrellone, con la mammina che distribuisce fette di panettone in luogo di fresche fette di anguria? E i caotici adolescenti che dopo una partita di beach volley si spartiscono un bel panettone invece di avventarsi sui succosi e meta comunicativi gelati?

  29. Andrea Says:

    Assolutamente tutto l’anno, a colazione con il caffelatte è il massimo per me!
    Complimenti ancora per la serata del 1° giugno, esserci è stato davvero un piacere!

  30. carlotta inverardi Says:

    il Panettone tutto l’anno???
    … no,
    un pò per tradizione, per quella “tensione” dell’evento che porta con sè sapori odori ed atmosfere: forse ancora di più, per lo stesso motivo per cui non compero le melanzane e le zucchine in inverno – con sommo disappunto dei miei figli che però conoscono tutte le possibili declinazioni del cavolfiore, broccolo broccoletto cavolocappuccio…e derivati! – o le ciliege a Natale! C’è un tempo per ogni cosa…o almeno mi piace pensare che sia così…tutto subito e sempre…no, vi prego, alcune piccole “care” cose lasciamo le nello “spazio” che gli è proprio.🙂

  31. stanislao Says:

    Aggiungo i pareri di due amici del Triveneto, che mi hanno comunicato le loro opinioni sulla mia email.

    Sandro Cappelletto, veneziano, romano di adozione:

    Re amatissimo,

    panettone da 8 dicembre a Carnevale, giovedì grasso compreso.

    questa la mia proposta.

    Umberto Casagrande, di Rovereto, milanese acquisito:

    Caro stanis, io purtroppo sono un drogato di pandoro. E lo mangerei tutto l’anno.

  32. Gabriele Says:

    Tutto l’anno, come una buona brioche. D’estate con bicchierone (vetro infrangibile tipo duralex ) di latte freddissimo. Dico no alla contaminazione col gelato.
    L’inverno però, e il freddo e Milano e la memoria dei Natali ci scava dentro come si scavava nella pasta lievitata alla ricerca di cedri verdi…

  33. claudio Says:

    il panettone si gode a Natale perchè questo è il suo mese ………. è come l’anguria si gode nei mesi caldi.

  34. ancilla Says:

    Assolutamente solo a Natale,é meravigliosa l’attesa e soprattutto non si può resistere a tale bontà,quindi se ci fosse tutto l’anno l’attentato alla mia linea sarebbe eccessivo visto che già si fatica a mantenersi…….

  35. Angela Says:

    Il panettone per me è il dolce di Natale. Mangiarlo tutto l’anno sarebbe riduttivo e finirebbe nel gran calderone dei dolci, ne abbiamo talmente tanti regionali e non, togliendogli la sua importanza.

  36. Serena Says:

    Anche per me il panettone è il dolce di Natale. Però non mi spiacerebbe poterlo gustare al mare, alle cinque del pomeriggio dopo una giornata di sole e una bella nuotata, sotto l’ombrellone, mentre leggo un buon libro.
    Possibilmente farcito con gelato alla crema..mmmhhh già mi viene l’acquolina:))

  37. Damiano Says:

    Caro Stanis, io il panettone in riva al mare non ce lo vedo proprio. Suderebbe anche lui. Ma magari con-gelato -non congelato- chissà… Un abbraccio.

    P.S.
    In egitto, dove si sfiorano i 50°, vengono serviti dolci ben più impegnativi a base di miele, nocciole e sfoglie, che sono un vero attentato alle coronarie. E se ci sbagliassimo noi?

  38. Rodolfo Solera Says:

    Va be’, se proprio insistete fatevi pure una fetta di panettone ad ogni occasione, tutto l’anno. Però il vero panettone lo si mangia a Natale, con le giuste ritualità: io per esempio lo puccio nel vino rosso (ci vorrebbe un buon Barolo, ma di questi tempi va bene anche un Dolcetto o una Barbera). In genere gli altri commensali mi guardano un po’ schifati, ma vi assicuro che è fantastico. Provare per credere.

  39. Salvatore De Riso Says:

    Penso che il panettone debba conservare la sua peculiarità di dolce prettamente natalizio, alla luce delle nostre tradizioni e della nostra cultura. Estenderne la produzione ed il consumo a tutto l’anno, secondo il mio modesto parere, significherebbe svilire in qualche modo il suo ruolo di dolce-evento appiattendone di fatto la sua caratteristica. Cordiali saluti.

  40. Luca Farina Says:

    Diciamo che succedanei del panettone fuori stagione non ne mancano.
    O dobbiamo ridurre a mero prodotto anche questo simbolo per fare un po’ di posto all’ennesimo halloween d’importazione?
    Per quanto buono sarebbe un boccone amaro.

  41. Primizie appena sfornate. Bilancio « Il panettone Says:

    […] L’associazione Amici del Panettone ha molti nuovi soci. È nato un bel dibattito sul mio blog e anche su Dissapore. E, soprattutto, da un breve sondaggio tra i pasticcieri si evince che nella 5 […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: