Da Giuso un concorso per Re Panettone® 2012

Bruno Lulani

Quest’anno Re Panettone® ha un nuovo protagonista: Giuso, Prodotti per pasticceria e gelateria, che legherà il suo nome a un concorso. Ho incontrato qualche giorno fa nello stabilimento modello di Bistagno (AL) Bruno Lulani, amministratore delegato, per porgli qualche domanda.

La splendida nuova sede ha alle spalle una storia antica. La può riassumere in un paio di battute?

Giuso è stata fondata nel 1919 dal mio nonno materno, Guido Giuso. Questa zona è da sempre produttrice di frutta. La sua lavorazione industriale è iniziata nel primo dopoguerra per sfruttare più intensivamente l’agricoltura locale. Abbiamo cominciato con le ciliegie candite e con la marmellata di albicocche, rivolgendo sin dall’origine la produzione ai professionisti.

E la seconda generazione?

A mio nonno sono subentrati mia madre e mio zio, rimanendo in azienda fino agli anni Settanta. Con il loro arrivo, ai prodotti già menzionati si sono aggiunti passate, gelatine, confetture, e naturalmente i cubetti di arancia e cedro canditi, finalizzati soprattutto al panettone. Alla fine degli anni Settanta sono arrivati i prodotti per gelateria.

L’atrio della nuova sede Giuso

L’obiettivo di ogni azienda è vendere. Ciascuna, però, mira a raggiungerlo con la propria filosofia.

In questi anni abbiamo sempre puntato alla ricerca della qualità. La nostra leadership qualitativa è stata accompagnata da ricerca e innovazione, e di conseguenza a un utilizzo sempre più appropriato degli ingredienti. Non a caso il nostro payoff aziendale è Un secolo d’innovazione.

Giuso partecipa a Re Panettone con un concorso che premierà prodotti lievitati di nuova concezione. Ci può dire come mai?

Re Panettone celebra il dolce milanese, alla preparazione del quale contribuiamo da più di mezzo secolo con i nostri canditi. L’evento, che ha sempre presentato panettoni d’eccellenza, quest’anno punta in particolare su prodotti che non contengano additivi alimentari di sorta. Questo richiamo alla completa naturalità è in perfetta consonanza con la linea Giuso di canditi Amordifrutta, che comprende non solo arancia e cedro, ma anche limoni, albicocche, pere, mele, ananas, kumquat e zenzero. Tutti canditi dal fresco o dal surgelato, secondo un processo uguale al passato, nonostante le nuove tecnologie di cui dispone lo stabilimento. Zero additivi, zero conservanti. Processo uguale al passato vuol dire che il prodotto viene “coccolato” per tempi lunghi, alla francese: il suo viaggio nel tunnel di canditura dura nove giorni. A monte c’è una selezione molto severa per i fornitori: non di rado i loro camion tornano indietro pieni.

I pasticcieri di Re Panettone sono artigiani, Giuso è un’industria.

Usiamo la tecnologia, è vero, ma facciamo le cose al meglio, con la logica dell’artigiano. Cioè con quella sapienza che mira al massimo risultato qualitativo e organolettico, senza accettare compromessi.

Tag: , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: