Archive for dicembre 2010

Re Panettone™ III: con le parole c’è più gusto/4

12 dicembre 2010

Tullo Montanari a Re Panettone™ 2010. Foto di Mourad Balti Touati

Novità di quest’anno, gli incontri e i dibattiti. Il 27 e il 28 novembre 2010 a Re Panettone™ 2010 giornalisti, gastronomi, pasticcieri si sono affrontati su temi riguardanti il protagonista della festa, perché se il panettone è una delizia da mangiare, è anche un interessante tema culturale. Gli incontri sono stati moderati dal sottoscritto. Le due giornate di sono concluse con un monologo di Tullo Montanari, cultore del dialetto e di tradizioni meneghine, (more…)

Annunci

Re Panettone™ III: degustare scientificamente è una goduria/3

12 dicembre 2010

Laboratorio del gusto a Re Panettone™ 2010. Foto di Monica Assari

In una saletta appartata, mentre i foyer del Franco Parenti ribollivano di presenze, alle 13, alle 15 e alle 17 di sabato 27 e di domenica 28 novembre 2010 trentadue persone alla volta si sono riunite per affrontare gli assaggi di panettone e di vino in maniera più sistematica e approfondita, secondo la formula dei Laboratori del gusto di Slow Food®. A guidarli in collaborazione sono stati Patrizia Frisoli, docente SF® di Milano, e Giovanni Derba, sommelier dell’AIS Emilia-Romagna.

Ai sei laboratori hanno partecipato centonovantadue persone, quelle che hanno prenotato per tempo. Le molte altre che avrebbero voluto esserci non disperino: Re Panettone cercherà di offrire altre occasioni per degustare in maniera attenta e concentrata panettoni e vini che vi si abbinano correttamente.

Re Panettone™ III: la Malvasia Doc, finalmente/2

9 dicembre 2010

Malvasia Doc dei Colli Piacentini a Re Panettone 2010. Foto Mourad Balti Touati

Era ora. Re Panettone nel 2010 si è finalmente congiunto alla sua compagna d’elezione, la Malvasia Doc dei Colli Piacentini. Questo vitigno, che si sposa benissimo con le delizie lievitate, era presente in molte varianti  all’ultima edizione della Festa del dolce milanese (27-28 novembre, Teatro Franco Parenti, Milano). Poteva essere degustato nel contesto corale del foyer basso, previa prenotazione, nella saletta più raccolta dove avevano luogo i Laboratori del gusto, guidati da Patrizia Frisoli di Slow Food® Milano e Giovanni Derba dell’AIS Emilia Romagna.

Nel foyer basso il Consorzio dei Vini Doc dei Colli Piacentini ha ceduto circa mille calici ad altrettante persone che hanno degustato i suoi vini dolci, mentre sono stati centonovantadue i fortunati che sono riusciti a prenotare in tempo l’esperienza più meditata dei sei Laboratori del gusto, facendo segnare sempre il tutto esaurito. Diverse centinaia le bottiglie vendute a quella parte dei  pubblico che più ha apprezzato  l’abbinamento e, soprattutto, che è riuscita ad accostarsi al tavolo, in alcuni momenti davvero inaccessibile per il grande successo della manifestazione.

Re Panettone™ III: in 10.000 alla sua corte/1

9 dicembre 2010

Re Panettone 2010. Questa foto, come le altre del post, è di Mourad Balti Touati

Il Teatro Franco Parenti, probabilmente, non è mai stato così affollato. D’altronde, quando di scena è la crème dei panettoni artigianali, il risultato è ampiamente atteso. Il 27 e il 28 novembre 2010 diecimila persone hanno visitato i tre foyer del teatro milanese, per assaggiare quanto di meglio offre l’arte pasticciera in termini di lievitati. Sono state sette le tonnellate di panettone tra assaggiate e vendute nei due giorni della manifestazione.

Da destra: l'assessore Alessandro Morelli e Achille Zoia

Quaranta gli espositori. Tra le presenze più rilevanti, il mitico Achille Zoia della Boutique del Dolce (Concorezzo, MB), che ha insegnato a fare il panettone a mezza Italia, Olindo Meneghin, della Pasticceria Sanremo (Badia Polesine, RO), con i suoi 89 anni decano dei pasticcieri italiani, già dipendente di Angelo Motta e attualmente anche consulente della Donq, azienda dolciaria nipponica, Giovanni Pina di Trescore Balneario (BG), Presidente dell’AMPI Accademia dei Maestri Pasticcieri Italiani, Sal De Riso di Tramonti (SA), eletto Pasticciere dell’Anno 2010-11 e ospite fisso alla trasmissione tv La prova del cuoco, Luca Montersino di Golosi di salute (Alba, CN), pasticciere di Alice TV e responsabile pasticceria di Eataly, Mauro Morandin di Saint-Vincent (AO), celebre esponente della scuola piemontese del lievito madre tenuto in acqua.

Il protagonista della festa

E poi il giovane Davide Comaschi e il suo titolare Vincenzo Santoro, della premiatissima Pasticceria Martesana di Milano, Alfonso Pepe di Sant’Egidio Monte Albino (SA), sempre nelle posizioni di testa nelle classifiche delle testate specializzate riguardanti panettoni e colombe, Paolo Sacchetti della Pasticceria Nuovo Mondo (Prato), vice presidente AMPI e autore di uno stupendo panettone glassato e dell’altrettanto prelibato “Giulebbe”, Marco Rinella, dell’osannata pasticceria romana Cristalli di Zucchero, Emanuele Comi di Missaglia (CO) fortissimo sul panettone tradizionale .

A rappresentare i produttori rivolti alla piccola distribuzione c’erano le significative presenze di Roberto Corsini, di Nicola Fiasconaro e di Dario Loison, esponenti di maggior rilievo della categoria. Ultima segnalazione: è stata per la prima volta a Re Panettone anche la cooperativa sociale dei detenuti di Padova I Dolci di Giotto, i cui panettoni sono andati a ruba.