Archive for the ‘Eventi’ Category

Re Panettone® va all’Acquario

19 febbraio 2012

Foto di Mourad Balti Touati, come tutte quelle che seguono

Che cosa ci fanno il 16 febbraio venti pasticcieri di Re Panettone® in una sede così insolita? La loro presenza nell’auditorium dell’Acquario Civico di Milano, gentilmente concesso dal Comune, è dovuta al diffuso desiderio di discutere con gli organizzatori su come concertare al meglio la prossima edizione, che avrà luogo nel lontano, ma non troppo, ultimo fine settimana di novembre 2012.

Si è discusso di tante cose, (more…)

Annunci

Un Panettone d’Oro, per premiare la virtù civica

2 febbraio 2012

Domani sera a Palazzo Marino (per i non milanesi, la sede del Consiglio Comunale e del Sindaco) si celebra la XIII edizione del Panettone d’Oro, premio alla virtù civica dei milanesi. Di nascita e di adozione. Chi gli ha dato questo nome deve aver pensato al vecchio Premio della Notte di Natale, che negli anni Trenta veniva assegnato da una giuria presieduta da Cesare Zavattini e sostenuto da Angelo Motta, primo industriale del panettone. E siccome è una bella iniziativa, Re Panettone la sostiene da due anni, ospitando la sua comunicazione nell’evento di novembre.

A Lugano il panettone non ha stagione

26 giugno 2011

C’è un pezzo di Lombardia oltre il confine italiano. Un luogo che si è evoluto in un modo suo proprio, ma in cui si parla (più o meno) come in Lombardia e si mangia (quasi) come in Lombardia. E, a proposito di temi gastronomici, il Canton Ticino è così interessante per chi ama il panettone, perché a fronte dei suoi 300.000 abitanti conta almeno 80 forni-pasticcerie. Il panettone, naturalmente, è di casa. E si fa tutto l’anno, perché al di là delle sue valenze natalizie è considerato un prodotto tipico. Molti dei turisti che capitano nel Ticino in primavera o in estate si lasciano tentare e si portano un ricordo lievitato a casa, scegliendo tra il panettone tradizionale alla milanese e la variante locale definita Panettone nostrano, un lievitato ricco di frutta secca, oltre che di uvette e canditi.

Giuseppe Piffaretti, consulente presso la SM/PPC

Siccome anche qui, però, è il dolce di Natale per eccellenza, viene festeggiato all’inizio di dicembre con  la manifestazione Panettone d’Autore, che l’anno scorso ha celebrato a Lugano la sua sesta edizione. Vi presenziano una quindicina di produttori artigianali, tutti aderenti alla SM/PPC, Società Mastri Panettieri Pasticcieri Confettieri, l’ente organizzatore dell’evento. Giuseppe Piffaretti è uno dei membri di maggior rilievo della società. Svolge, infatti, la funzione di consulente ufficiale di tutti gli associati per problematiche tecniche, burocratiche, organizzative e di comunicazione. Trovate l’indirizzo della pasticceria di Piffaretti e di tutti gli altri esercizi della rete sul sito web della SM/PPC.

Re Panettone™ III: con le parole c’è più gusto/4

12 dicembre 2010

Tullo Montanari a Re Panettone™ 2010. Foto di Mourad Balti Touati

Novità di quest’anno, gli incontri e i dibattiti. Il 27 e il 28 novembre 2010 a Re Panettone™ 2010 giornalisti, gastronomi, pasticcieri si sono affrontati su temi riguardanti il protagonista della festa, perché se il panettone è una delizia da mangiare, è anche un interessante tema culturale. Gli incontri sono stati moderati dal sottoscritto. Le due giornate di sono concluse con un monologo di Tullo Montanari, cultore del dialetto e di tradizioni meneghine, (more…)

Re Panettone™ III: degustare scientificamente è una goduria/3

12 dicembre 2010

Laboratorio del gusto a Re Panettone™ 2010. Foto di Monica Assari

In una saletta appartata, mentre i foyer del Franco Parenti ribollivano di presenze, alle 13, alle 15 e alle 17 di sabato 27 e di domenica 28 novembre 2010 trentadue persone alla volta si sono riunite per affrontare gli assaggi di panettone e di vino in maniera più sistematica e approfondita, secondo la formula dei Laboratori del gusto di Slow Food®. A guidarli in collaborazione sono stati Patrizia Frisoli, docente SF® di Milano, e Giovanni Derba, sommelier dell’AIS Emilia-Romagna.

Ai sei laboratori hanno partecipato centonovantadue persone, quelle che hanno prenotato per tempo. Le molte altre che avrebbero voluto esserci non disperino: Re Panettone cercherà di offrire altre occasioni per degustare in maniera attenta e concentrata panettoni e vini che vi si abbinano correttamente.

Re Panettone™ III: la Malvasia Doc, finalmente/2

9 dicembre 2010

Malvasia Doc dei Colli Piacentini a Re Panettone 2010. Foto Mourad Balti Touati

Era ora. Re Panettone nel 2010 si è finalmente congiunto alla sua compagna d’elezione, la Malvasia Doc dei Colli Piacentini. Questo vitigno, che si sposa benissimo con le delizie lievitate, era presente in molte varianti  all’ultima edizione della Festa del dolce milanese (27-28 novembre, Teatro Franco Parenti, Milano). Poteva essere degustato nel contesto corale del foyer basso, previa prenotazione, nella saletta più raccolta dove avevano luogo i Laboratori del gusto, guidati da Patrizia Frisoli di Slow Food® Milano e Giovanni Derba dell’AIS Emilia Romagna.

Nel foyer basso il Consorzio dei Vini Doc dei Colli Piacentini ha ceduto circa mille calici ad altrettante persone che hanno degustato i suoi vini dolci, mentre sono stati centonovantadue i fortunati che sono riusciti a prenotare in tempo l’esperienza più meditata dei sei Laboratori del gusto, facendo segnare sempre il tutto esaurito. Diverse centinaia le bottiglie vendute a quella parte dei  pubblico che più ha apprezzato  l’abbinamento e, soprattutto, che è riuscita ad accostarsi al tavolo, in alcuni momenti davvero inaccessibile per il grande successo della manifestazione.

Re Panettone™ III: in 10.000 alla sua corte/1

9 dicembre 2010

Re Panettone 2010. Questa foto, come le altre del post, è di Mourad Balti Touati

Il Teatro Franco Parenti, probabilmente, non è mai stato così affollato. D’altronde, quando di scena è la crème dei panettoni artigianali, il risultato è ampiamente atteso. Il 27 e il 28 novembre 2010 diecimila persone hanno visitato i tre foyer del teatro milanese, per assaggiare quanto di meglio offre l’arte pasticciera in termini di lievitati. Sono state sette le tonnellate di panettone tra assaggiate e vendute nei due giorni della manifestazione.

Da destra: l'assessore Alessandro Morelli e Achille Zoia

Quaranta gli espositori. Tra le presenze più rilevanti, il mitico Achille Zoia della Boutique del Dolce (Concorezzo, MB), che ha insegnato a fare il panettone a mezza Italia, Olindo Meneghin, della Pasticceria Sanremo (Badia Polesine, RO), con i suoi 89 anni decano dei pasticcieri italiani, già dipendente di Angelo Motta e attualmente anche consulente della Donq, azienda dolciaria nipponica, Giovanni Pina di Trescore Balneario (BG), Presidente dell’AMPI Accademia dei Maestri Pasticcieri Italiani, Sal De Riso di Tramonti (SA), eletto Pasticciere dell’Anno 2010-11 e ospite fisso alla trasmissione tv La prova del cuoco, Luca Montersino di Golosi di salute (Alba, CN), pasticciere di Alice TV e responsabile pasticceria di Eataly, Mauro Morandin di Saint-Vincent (AO), celebre esponente della scuola piemontese del lievito madre tenuto in acqua.

Il protagonista della festa

E poi il giovane Davide Comaschi e il suo titolare Vincenzo Santoro, della premiatissima Pasticceria Martesana di Milano, Alfonso Pepe di Sant’Egidio Monte Albino (SA), sempre nelle posizioni di testa nelle classifiche delle testate specializzate riguardanti panettoni e colombe, Paolo Sacchetti della Pasticceria Nuovo Mondo (Prato), vice presidente AMPI e autore di uno stupendo panettone glassato e dell’altrettanto prelibato “Giulebbe”, Marco Rinella, dell’osannata pasticceria romana Cristalli di Zucchero, Emanuele Comi di Missaglia (CO) fortissimo sul panettone tradizionale .

A rappresentare i produttori rivolti alla piccola distribuzione c’erano le significative presenze di Roberto Corsini, di Nicola Fiasconaro e di Dario Loison, esponenti di maggior rilievo della categoria. Ultima segnalazione: è stata per la prima volta a Re Panettone anche la cooperativa sociale dei detenuti di Padova I Dolci di Giotto, i cui panettoni sono andati a ruba.

Sua Maestà Re Panettone™ Terzo si presenta

26 novembre 2010


Ci siamo. Domani e dopodomani, 27 e 28 novembre, ha luogo Re Panettone,  3a Edizione.

Quest’anno ci sono 40 espositori e la sede è il Teatro Franco Parenti, via Pier Lombardo 14, Milano, orario del sabato 11-21 e della domenica 11-19. Ingresso libero.

Chi conosce la festa sa che offre il meglio dei panettoni italiani (quest’anno ci sarà anche un panettone svizzero, ticinese) in assaggio gratuito e in vendita a un prezzo speciale: 19 euro al chilo, veramente poco per un panettone di pasticceria a Milano.

Un grappolo di Malvasia di Candia

La novità più importante di quest’anno è che il sospirato abbinamento con il vino si è finalmente concretizzato. Sarà in degustazione gratuita, previo l’acquisto di un calice nella sua sacca (3 euro, di cui 1 in beneficenza) la Malvasia di Candia Doc dei Colli Piacentini in tutte le sue forme, dalla versione spumante a quella a vendemmia tardiva.

Un altro tassello che si aggiunge alla manifestazione è una nutrita serie di incontri e dibattiti, ai quali parteciperanno giornalisti, pasticcieri e non solo, come vedrete dal folto programma.

Infine, i laboratori del gusto con Slow Food® Milano. C’è una nota, gioiosa per gli organizzatori e dolente per gli appassionati: benché siano state previste ben sei degustazioni guidate ciascuna riservata a 32 persone, rimane una scarsissima disponibilità di posti, nonostante la notizia sia stata pubblicata sul sito solo pochi giorni fa. Vuol dire che persevereremo su questa strada.

Buon Re Panettone™ a tutti!

Primizie appena sfornate. Bilancio

17 giugno 2010

L’idea di partenza era questa: se il panettone è il dolce fantastico che sappiamo, merita o no una vita più lunga dei quindici striminziti giorni all’anno nei quali è relegato? Oggi è associato al Natale – ed è giusto che lo rimanga – ma questo non significa che gustarlo in altri periodi debba essere impossibile. Prima dell’industrializzazione era proprio così: se ne consumava tanto a Natale, ma si trovava in pasticceria tutto l’anno, vedi il mio Il panettone. Storia, leggende e segreti di un protagonista del Natale, pagg. 50-54.

C’è chi afferma che trovarlo sempre con facilità finirebbe per svilire questo prodotto, omogeneizzandolo a un dolce qualsiasi. Non ne sono per nulla convinto. Prendiamo la squisita pastiera napoletana. (more…)

Panettone, cibo di strada

16 giugno 2010

Una notizia che sono lieto di pubblicare anche sul mio blog Cibi di strada: Vittoria Bortolazzo del Gelato Giusto (via S. Gregorio 17, Milano), una fra gli Artisti del gelato, partecipa dal 22 al 27 giugno alla celebrazione del gusto del territorio, proponendo il gelato con Crema al Mascarpone e Panettone di Milano.

Tutto lascia pensare che sia eccellente come gli altri gusti proposti da Vittoria. Aggiungo che il 25 giugno, primo genetliaco della gelateria, verrà ulteriormente festeggiato dalle 15.30 alle 19.00 con l’offerta, in degustazione gratuita, del panettone artigianale della premiata Pasticceria Martesana di Vincenzo Santoro. Un’accoppiata da non perdere.