Archive for luglio 2009

Per Davide Paolini è meglio d’estate

29 luglio 2009

H-DavidePaoliniMangiare il panettone in agosto può sembrare strano, ma strano non è, come sa bene chi legge o ascolta il Gastronauta del Sole24Ore e di Radio24. In questa giornata afosa ho pensato di coinvolgere Davide Paolini in una chiacchierata, perché da ormai quattro anni ha lanciato una serrata campagna per la diffusione estiva del dolce che ama di più.

Allora, com’è nata l’idea?
(more…)

Annunci

Il panettone premiato

28 luglio 2009

IlpanettoneScusate questo angolino di autopromozione, ma sono inciampato per caso in questa notizia navigando su Internet e la incollo qui sotto così com’è.

Cookbook Awards
2 luglio 2009
La Comédie Française
Parigi

Second Best Bread Book in the World – Secondo classificato miglior Libro sul Pane al mondo
L’Italia ha inventato alcuni tipi di pane unici al mondo
Il Panettone
Stanislao Porzio
(Guido Tommasi Editore)
Stanislao Porzio mostra il vero panettone, non quello del supermercato.
8 paesi concorrenti in questa categoria.

Alberto Bauli: con Motta e Alemagna si procede

27 luglio 2009

Alberto Bauli, da Assiteca

Alberto Bauli, da Assiteca

È stato come sempre di parola Alberto Bauli, presidente dell’azienda veronese. Arrivato il responso positivo dell’Antitrust sull’acquisizione di Motta e Alemagna, mi ha chiamato per rispondere a qualche domanda.

Sarà più rilassato, credo.

«Indubbiamente».

Ora che finalmente può parlare, mi può dire che cosa esattamente Bauli ha comprato da Nestlé?
(more…)

Tre Marie/4. La tecnica

24 luglio 2009

Quest’articolo segue Il panettone resta qui , La storia delle origini e Enzo Ricci, industriale creativo.

Pan. milanese con fetta okLa quarta puntata del reportage sull’ultima grande azienda del panettone rimasta a Milano è cruciale, ma interesserà soprattutto pasticcieri, tecnici e appassionati evoluti: interrogo Francesca Perrone e Claudio Cornaggia, che si occupano dell’area ricerca e sviluppo bakery. Come dire, i detentori delle ricette di panettoni, pandori & C.
(more…)

L’intramontabile Gattullo

22 luglio 2009

Giuseppe Gattullo junior

Ruvo di Puglia ha dato origine almeno a due uomini chiave della Milano degli ultimi decenni. Uno lo conosco di persona: Pasquale Barbella, un mito per tutti i pubblicitari italiani. L’altro non ho avuto la fortuna di incontrarlo, ma oggi ho stretto la mano a suo nipote, che porta il suo stesso nome: Giuseppe Gattullo.

Il pasticciere pugliese (more…)

Tre Marie/3. Enzo Ricci, industriale creativo

20 luglio 2009

Precedono quest’articolo Il panettone resta qui e La storia delle origini.

DSCN3199Questa matita ha settantaquattro anni, come la persona che me l’ha donata. Nessuna delle due, però, dimostra la sua età. Sulla matita è stampato un nome molto importante per la storia del panettone: quello di uno dei due negozi dai quali è cominciata la moderna saga del panettone Tre Marie. Me la racconta Enzo Ricci, donatore della matita, nipote di quel Ricci Luigi e artefice della geniale idea di utilizzare un marchio vecchio di secoli per i suoi eccellenti panettoni industriali.

(more…)

Una saga familiare

19 luglio 2009

LaVeraStoriaAlemRossella Minotti, La vera storia dei fratelli Alemagna, Otma Edizioni, Milano, 2009

Anche le storie delle famiglie più celebri hanno aspetti poco noti. Su alcuni di questi fa luce il libro di Rossella Minotti. Più che sulla vita di Gioacchino, il maggiore e più noto dei fratelli Alemagna, la giornalista indaga su quella di Emilio, detto Milo, finora rimasta più in ombra. Si rivela essenziale per le sorti dell’azienda il suo apporto organizzativo: nel suo periodo di maggior floridezza, l’impresa ha avuto come responsabile amministrativo proprio Emilio, che se ne distaccherà nel 1962, otto anni prima dell’acquisizione da parte della finanziaria di stato SME.

Il libro dispone di un ampio apparato iconografico: molte le foto dei punti vendita, dell’azienda, dei personaggi che ci sono passati; ma tante anche le riproduzioni di documenti, dalle cambiali sottoscritte per l’acquisto del primo negozio in via Paolo Sarpi, alle lettere inviate da Gioacchino al fratello durante la seconda guerra mondiale. Comprensibilmente è meno significativa la parte dedicata al panettone, che non è il focus della ricerca.

Tre Marie/2. La storia delle origini

15 luglio 2009

StampaDopo la chiacchierata con l’ad Leonardo Bagnoli mi rivolgo a Valentina Cipriani, product manager da sei anni in azienda, e Giancarlo Muscillo, da otto anni qui e oggi marketing manager. Insieme mi danno copiosi ragguagli e mi forniscono una pubblicazione curata anni fa dall’azienda: AA.VV. Una dolce storia milanese, le Tre Marie, Milano, Acanthus, 1985. Grazie alle loro parole e al testo posso ricostruire l’affascinante storia del marchio.

Secondo il testo secentesco Il ritratto di Milano del Torre, nell’anno 845 (more…)

Panettone sì, ma gastronomico

10 luglio 2009

DSCN3194Qualche giorno fa l’avevo assaggiato a Piacenza, in occasione dell’Open Day Dallagiovanna, l’altro ieri sera l’ho mangiato intero, in compagnia della famiglia, a casa. Ci voleva, in effetti, un po’ di concentrazione in più per apprezzare come si conviene il panettone gastronomico di Achille Zoia.

Il maestro del Superpanettone Paradiso si difende da fuoriclasse anche sul salato, inventando per questa specialità un pain brioché con una percentuale di burro vergognosamente alta (500 g per 1 kg di farina), tenendo conto dell’ulteriore ricchezza della farcitura. Quindi, un grande plauso a tutti gli ingredienti: ottimo il salmone con burro insaporito con Worcester sauce e senape, eccellente il prosciutto crudo con salsa tartara, delizioso il salame con burro, sapide le uova di lompo con burro salato, croccanti e freschissimi i gamberi in salsa rosa, ma semplicemente favoloso il pane, che renderebbe paradisiaco anche un affettato in bustina scaduto – e non è questo il caso.

Tre Marie/1. Il panettone resta qui

7 luglio 2009
Leonardo Bagnoli, AD GranMilano

Leonardo Bagnoli, AD GranMilano

«Lei ci intimidisce un po’ con il suo taccuino». In realtà sono io ad essere un po’ emozionato. Davanti a me, attorno al lungo tavolo della sala riunioni, siedono ben cinque rappresentanti di punta di un glorioso marchio di panettone, l’ultimo brand industriale rivolto alla grande distribuzione nazionale rimasto con sede e stabilimenti nel perimetro di Milano: Tre Marie.

La chiacchierata è stata così lunga e sostanziosa, che ho dovuto dividerla in quattro articoli (per non citare l’intervista a Enzo Ricci). Ma so che i curiosi andranno fino in fondo.

Tre Marie, nome mitico, legato alla storia della città da circa un millennio, produce da decenni panettoni di grande reputazione, disponibili sia presso la grande distribuzione, sia presso i migliori dettaglianti.

Dei cinque rappresentanti del marchio, il più giovane – sicuramente dal punto di vista dell’anzianità aziendale ma forse anche da quello anagrafico – è l’amministratore delegato, Leonardo Bagnoli. (more…)