Archive for the ‘Cronaca’ Category

Re Panettone® va all’Acquario

19 febbraio 2012

Foto di Mourad Balti Touati, come tutte quelle che seguono

Che cosa ci fanno il 16 febbraio venti pasticcieri di Re Panettone® in una sede così insolita? La loro presenza nell’auditorium dell’Acquario Civico di Milano, gentilmente concesso dal Comune, è dovuta al diffuso desiderio di discutere con gli organizzatori su come concertare al meglio la prossima edizione, che avrà luogo nel lontano, ma non troppo, ultimo fine settimana di novembre 2012.

Si è discusso di tante cose, (more…)

Annunci

Siamo tutti Cristalli di Zucchero

14 febbraio 2012

Enrico Amati, un assistente, Marco Rinella

Ieri ho avuto due notizie, una pessima e una ottima. Il più recente fra i negozi della piccola catena romana Cristalli di Zucchero, quello di Casalpalocco, ha subito un incendio doloso martedì della settimana scorsa. Il bello è che  ha riaperto ieri, a neanche sette giorni da quest’episodio di stupida criminalità.

Cristalli di Zucchero, partecipante della prima ora a Re Panettone®, è fra le più interessanti realtà della pasticceria italiana. Enrico Amati, Floriana e Marco Rinella sono persone speciali. Amano profondamente il loro lavoro, nel quale sono dei maestri. Non si risparmiano, curano ogni dettaglio con passione. E non mollano, mai. Chapeau.

Elenchi eccellenti e altro

30 gennaio 2012

Frugando sotto una pila di scartoffie da riordinare, è emerso il Sole 24 Ore del 12 dicembre scorso. L’avevo conservato perché reca un interessante articolo di Davide Paolini, brillante critico gastronomico, nonché primo grande sdoganatore del panettone in periodi dell’anno diversi da quelli canonici. (more…)

Bilanci e classifiche

5 gennaio 2012


Gennaio, tempo di bilanci post-natalizi. Re Panettone™ 2011 è andato molto bene: 13.500 visitatori, 3.500 più dell’anno precedente, come tra un po’ avrete modo di leggere sul sito, che sto aggiornando in questi giorni.

È anche tempo di classifiche. Me ne sono capitate sotto gli occhi tre. (more…)

Panettone in prima pagina

20 novembre 2010

Incredibile. L’arresto di Iovine, boss dei Casalesi,  si deve a un panettone.  In un’intercettazione ambientale una famiglia contigua al camorrista ha manifestato l’intenzione di acquistare il dolce natalizio. A più di un mese da Natale la cosa è sembrata sospetta agli investigatori, che hanno pensato subito a un ospite di riguardo, uno di quelli che vanno accontentati fino al più bizzarro capriccio. E hanno visto giusto.

Agli appassionati del dolce la vicenda  dimostra tre cose: il panettone è  ben radicato anche in aree d’Italia lontane dalle sue origini, viene acquistato anche in periodi lontani da quello canonico, ma a certe persone va di traverso.